CRISTIAN CASILI

Nardò

 36 anni
Professione: Libero professionista
Titolo di studio: Dottore Agronomo
Pagine personali
Video di presentazione
Curriculum Vitae:

Agronomo, 38 anni. Dottore in Scienze e tecnologie agrarie, iscritto all’Albo dei dottori agronomi e forestali della provincia di Lecce; consulente Tecnico d’Ufficio presso il Tribunale di Lecce; esperto in Gestione della qualità dei processi agro-industriali nel comparto biologico e Certificazione biologica; esperto in Chimica del suolo e inquinamento delle terre rosse mediterranee. Progetta sistemi di Fitodepurazione, recupero e riqualificazione di aree rurali. È consulente aziendale per la Tracciabilità e la rintracciabilità nella filiera degli ortofrutticoli e dell’olio extravergine di oliva. È specializzato in gestione delle aziende agroalimentari con particolare riguardo ai settori olivicolo e vitivinicolo.

FORMAZIONE

Dopo la maturità classica, si laurea all’Università del Molise in Scienze e tecnologie agrarie con 110 e lode, discutendo una tesi sull’inquinamento delle terre rosse mediterranee. Si forma in Qualità agroindustriale del comparto biologico ed in Certificazione dell’agricoltura biologica; tracciabilità di filiera; marketing agroalimentare presso il MIUR. Approfondisce lo studio della Microporosità dei suoli all’ISAFOM – CNR

CONOSCENZA LINGUE STRANIERE

Inglese e spagnolo

Dichiarazione di intenti:

Vorrei affermare nell’ Unione Europea le potenzialità e vocazionalità dell’Europa mediterranea per creare sviluppo e occupazione. Le regioni che si affacciano sul mediterraneo devono puntare su un’agricoltura di qualità e biologica, su sistemi di pianificazione territoriale che portino ad una corretta gestione degli aspetti paesaggistici, con particolare riferimento a quello ambientale, turistico e di promozione delle tipicità e identità dei luoghi.

I punti suddetti sono rafforzati dalla mia esperienza nella gestione di programmi UE sin dal 2006 che qui di seguito elenco.

 

      POR 2000/2006 – Fondo FEOGA Asse Prioritario IV -“Sistemi locali di sviluppo” (Progetto approvato e finanziato per 6 mln di euro);

     POR Puglia 2000/2006 (Misura 4.21), “Formazione di giovani agricoltori al primo insediamento”;

     PSR (Programma di Sviluppo Rurale) 2007/2013 -“Progettazione per l’insediamento di giovani agricoltori e pacchetto multi misura giovani” (Misura 112);  “Ripristino dei muretti a secco” (Misura 216); “Ammodernamento delle aziende agricole” (Misura 121);

    FEASR (Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale) 2007/2013, “Miglioramento dell’ambiente e dello spazio rurale”; “Sostegno agli investimenti non produttivi” (Misura 216);

   GAL (Gruppo di Azione Locale) - Valle della Cupa Nord Salento, “Qualità della vita nelle zone rurali e diversificazione dell’economia rurale” (Misura 311) per l’impianto di Masserie Didattiche e Fattorie Sociali.