GIOVANNI  GHIRGA

CIVITAVECCHIA

 58 anni
Professione: Medico
Titolo di studio: Laurea
Pagine personali
Curriculum Vitae:
Nato a Viterbo il 13/09/1954. Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1979 con 110 e lode. Specializzato in Pediatria nel 1982. Dirigente ASL RMF, I fascia, Osp. San Paolo di Civitavecchia. U.O.C. Pediatria. Membro del Comitato degli Esperti della Società Internazionale dei Medici per l'Ambiente (ISDE). Referente ISDE per l’Italia della The Health and Environment Alliance, una importante organizzazione europea che studia come l’ambiente influisce sulla salute nell’Unione Europea. Ideatore/Referente del Progetto di Raccolta Differenziata Osp. San Paolo, ASL RMF. Autore di numerosi esposti/denunce contro l’inquinamento e per l'istituzione del Registro dei Tumori a Civitavecchia, a diverse Procure della Repubblica e alla Commissione Europea. Autore di circa 40 pubblicazioni scientifiche: Ghirga G. Policy makers should take into account the enormous burden of disease caused by toxic chemicals emitted from waste incinerator. Science Total Environment. 2011. -- Ghirga G. Cancer in children residing near nuclear power plants: an open question. The Italian Journal of Pediatrics. 2010. -- Ghirga G. I mezzi oggi a disposizione per una valutazione legale e parziale del danno da inquinamento. Gestione dei Rifiuti e Rischi per la Salute;5-2009. Presentazione di circa 25 studi a congressi nazionali e internazionali: Ghirga G. The 1st Global Congress for Consensus in Pediatrics. Paris, France, 2011. Are children safe at home or at school from outdoor air pollution? -- Ghirga G. American Society of Pediatrics / American Society for Research in Pediatrics. Annual Congress, Washington, USA,1993. Safety and efficacy of inhaled furosemide in reducing the number and/or duration of pertussis paroxysms. Conoscenza Inglese parlato/scritto. Esperienza politica limitata alle elezioni comunali di Civitavecchia, 2012 (Lista Ghirga indipendente), nessun incarico assunto. La presenza iniziale di comitati per l’ambiente ed altri soggetti, non aveva consentito al M5S di Civitavecchia di aderire.
Dichiarazione di intenti:
Un recente documento pubblicato dall’OMS ha stimato in circa 7 milioni il numero dei decessi annui causati dall’inquinamento dell’aria. Non è ormai più ambientalismo ma una reale difesa della vita. Quello che è bene mettere in evidenza è il fatto che l’inquinamento causa anche malattie, consumo di farmaci, perdita di giornate lavorative e un grave danno economico. Inoltre, inquinanti quali metilmercurio, arsenico e piombo, emessi in gran parte dalla combustione dei fossili e dei rifiuti, anche in quantità ritenute "legalmente" non tossiche, sono responsabili di danni al sistema nervoso in via di sviluppo che dovrebbero far passare in secondo piano qualsiasi valutazione di tipo energetico o economico. Il mio tenace impegno in numerose aree del paese (Savona, Porto Tolle, Civitavecchia ecc.) è stato sempre rivolto ad informare la popolazione sui rischi dell'inquinamento. Inoltre, se si considera che i posti di lavoro prodotti dalle energie rinnovabili e da una corretta gestione dei rifiuti sono veramente tanti, si comprende come i proclami di sviluppo del governo attuale, che ignora completamente questi temi, in realtà ben si allontanino dall’affrontare il gravissimo problema della disoccupazione. La salute è un altro tema fondamentale. Si vive di più ma si vive meno in salute. I dati di Eurostat parlano chiaro (Gennaro V, Ghirga G, Corradi L. In Italy, healthy life expectancy drop dramatically. Italian Journal of Pediatrics. 2012). Sono necessari studi approfonditi per cercare i fattori responsabili. Questa notizia viene nascosta dai media perché contrasta con l’aumento dell’età pensionabile giustificata con l’allungarsi della vita. Tutto comunque ruota intorno all’economia e, quando il cittadino non ha alcun ruolo decisionale, la società si trascina non verso un futuro di speranza ma verso una continua sopravvivenza. Si sente veramente il bisogno anche al Parlamento Europeo, di essere rappresentati da persone che abbiano un reale interesse per il paese.