Marina Adele Pallotto

Macerata

 34 anni
Professione: Insegnante
Titolo di studio: Specializzazione Professioni Legali
Pagine personali
Curriculum Vitae:

Nata a Sulmona (AQ) il 21/07/1978 e residente a Macerata. Stato civile nubile.

Mai iscritta ad alcun partito politico e mai precedentemente candidata a elezioni politiche o amministrative. Rappresentante di lista per il M5S alle ultime elezioni politiche nella  sez. n. 9 della Scuola materna di via Panfilo Macerata. Ha praticato attivismo sul territorio. Ha scritto alcuni articoli sul M5S pubblicati sulla stampa locale con lo pseudonimo di "Marina Stellin". http://larucola.org/2013/07/10/lettera-aperta-al-simpatizzante-grillino/

Laurea in Giurisprudenza e Specializzazione in Professioni Legali presso l'Università di Macerata. Ha svolto un periodo di studi all'estero con il progetto Erasmus presso l'Università di Malta.

Ha effettuato la pratica forense presso studio legale.

E' stata assunta nell'anno 2005 in qualità di docente di scuola primaria dopo superamento di pubblico concorso, grazie al quale ottiene anche l'abilitazione all'insegnamento della lingua inglese. Ha lavorato in alcune scuole di Macerata e di Roma.

Conoscenza della lingua inglese e della lingua francese.

Buona conoscenza del pacchetto Office (word, excel, access, power point), internet e posta elettronica.

Entusiasmo, iniziativa e dinamismo la spingono a ricercare nuove sfide da affontare.

Dichiarazione di intenti:

Per un' Europa dei Popoli fondata sul lavoro e sulle culture, nel segno della Solidarietà e della Sostenibilità. Non più schiava del capitale e della finanza.

Un' Europa dalla parte dei socialmente più deboli: dei disoccupati, dei salariati a termine, degli imprenditori seri che vedono diminuire le commesse o che chiudono, dei cittadini sottratti dei servizi essenziali, del ceto medio che si vede sempre più povero.
Un' Europa a sostegno di un'economia che garantisca l'eguaglianza sostanziale e la piena occupazione dei cittadini sulla linea di partenza alla vita, così come garantito negli artt. 3 comma 2 e 4 della nostra Carta costituzionale.


Non più un' Europa dei tagli alla spesa pubblica, agli stipendi, alle pensioni, all’occupazione, a tutti i servizi pubblici; di privatizzazione e vendita di beni e servizi pubblici, di garanzia sugli impegni assunti con un “super potere d’intervento nei programmi di spesa dei governi.

Non più un' Europa assoggettata alle condizioni capestro fissate dalla Troika (Commissione europea, BCE e Fondo monetario internazionale) come il pareggio di bilancio, il Fiscal Compact e il Meccanismo Economico permanente di Stabilità.


Mi impegno a rispettare i 7 punti del programma elettorale e il codice di comportamento dei candidati, e a garantire trasparenza e ascolto nei confronti dei cittadini che vorranno credere in me.