Condividi


“Questa è una delle tante storie legate alla crisi, una storia di dignità. Son tornato a Brescia nel week end e sono andato a trovare delle famiglie che hanno occupato dei container (mentre parlamentari e ministri del pdl erano alla marcetta su Brescia organizzata da Al Tappone, ndr). Sono famiglie che sono state sfrattate per morosità incolpevole. La morosità incolpevole è la morosità dell’affitto legata alla perdita del lavoro, quindi non per furbizia o per altri motivi, ma semplicemente perchè la perdita del lavoro ti porta a perdere la capacità di reddito che consente di poter pagare l’affitto. Famiglie che si sono trovate di punto in bianco in mezzo a una strada, sfrattate. Solo nella città di Brescia sono 700 i casi di questo tipo. Nel cantiere del Metrobus di Brescia ci sono tanti container che ospitavano gli operai, container perfettamente agibili con aria condizionata e riscaldamento all’interno. La ditta ha dato disponibiità al Comune di lasciarli e il comune ha preferito farli togliere. Nel momento in cui stavano per smantellarli le famiglie se ne sono accorte. Hanno occupato gli ultimi 3 ancora rimasti il 25 aprile. L’unica soluzione che hanno trovato queste famiglie è stata quella di andare a vivere in questi container. Per questo dobbiamo andare avanti sul primo punto del nostro programma: il reddito di cittadinanza. Nessuno deve rimanere indietro. Queste situazioni non devono più accadere.” Vito Crimi, M5S Senato

Guarda la testimonianza delle famiglie bresciane sfrattate.