Condividi

Dobbiamo fermare l’invasione cinese. Adesso. Il Movimento 5 Stelle lotta per salvare il Made In Italy dalla concorrenza sleale e dalla contraffazione. Entro l’11 dicembre 2016 l’Unione europea dovrà decidere se riconoscere alla Cina lo status di economia di mercato mettendo a rischio oltre 3 milioni di posti di lavoro, 400 mila solo in Italia. Oggi le aziende italiane sono vittime della concorrenza sleale cinese e della contraffazione che colpisce imprese, cittadini e Stato. Il valore della contraffazione per il mercato italiano è di circa 7 miliardi di euro: sconfiggerla significa creare 130 mila nuovi posti di lavoro in Italia. C’è una guerra commerciale in corso e sopravvive solo chi si difende e il Movimento 5 Stelle difende il Made In Italy per salvare le imprese italiane e le nostre eccellenze. Il Made In Italy è la voglia di dare il meglio, l’arte di creare qualcosa di unico in un mondo di produzioni in serie. Vi aspettiamo stasera 8 aprile alle ore 20:30, presso il Teatro Stimate di Verona (Via Carlo Montanari 1) con Luigi Di Maio, Mattia Fantinati e David Borrelli.
Compila il questionario per dire no al MES Cina: www.meschinawhynot.eu