Condividi


Formigoni è stato fischiato a Milano al Teatro Dal Verme. Era andato a straparlare di Expo 2015, la grandiosa cattedrale di cemento a Rho a carico delle tasse dei lombardi e degli italiani per “Nutrire il pianeta“. Formigoni è un presidente di Regione illegittimo, la legge nazionale prevede un massimo di due mandati consecutivi e lui è al terzo (quarto complessivo). E’ distratto, forse sfortunato, ma sempre allegro con i suoi camicioni a fiori. Cristiani, vicepresidente del Consiglio della Lombardia del Pdl è stato arrestato a novembre per una presunta tangente legata al traffico di rifiuti e in carcere è finito anche l’ex assessore regionale Ponzoni. Furmigùn non si è accorto di nulla. “Vattene a casa, buffone dimettiti!” gli hanno gridato, non sapendo che è un “homeless“, una casa non ce l’ha. Quando il MoVimento 5 Stelle presentò ricorso contro la sua eleggibilità notificò l’atto all’indirizzo di residenza che risulta dal sistema informativo del Comune di Milano, ma l’ufficiale giudiziario restituì l’atto sostenendo che l’edificio è disabitato“.