Home Frammenti di pensieri

Frammenti di pensieri

 

La scienza è quella disciplina  che permette a un coglione di questa generazione di superare i traguardi raggiunti dal genio della generazione precedente.

Per la vostra sete di giustizia ci saranno gli idranti.

Chi scrive per convincere mente sempre, per non ingannare bisogna scrivere con indifferenza.

Tra intellettuali la conversazione è scambio di idee di altri.

Per aver ragione a volte e necessario contraddirsi.

 L’universo e’ contraddittorio.

Noi viviamo l’intelligente esiste.

Non dobbiamo scrivere come parliamo, ma come dovremmo parlare.

Nessuno di noi trova difficile amare il prossimo che gli sembra inferiore.

Alla fine finiamo sempre col vergognarci di aver condiviso un entusiasmo collettivo.

L’amore per la povertà è da cristiani, ma l’adulazione del povero e tecnica elettorale.

La politica non  è l’arte di imporre le migliori soluzioni ma di impedire le peggiori.

 L’uomo intellegente ha il diritto di sbagliare, solo lo stupido ha l’obbligo di aver ragione.

Questo periodo sta diventando uno spettacolo interessante non per quello che fa ma per quello che disfa.

Ogni individuo chiama cultura la somma delle cose che guarda con rispettosa indifferenza.

Alzarsi nella notte per aprire un libro è mancare di rispetto all’insonnia.

La storia è l’occasione dei popoli di screditarsi a turno.

La politica non è saper fare ma far sapere.

Io sono un urlatore, le mie idee se esistono abbaiano, grugniscono, strepitano, non spiegano nulla!!!

Se coloro che abbiamo ucciso col pensiero scomparissero non ci sarebbe più nessuno.

Quando la verità è sostituita dal silenzio, il silenzio è menzogna.

Vecchiaia: quando all’arrivo della tua torta di compleanno ti scaldi le mani con le candeline.

Siamo pieni di moribondi, affetti da longevità, che organizzano benissimo la loro agonia.

La speranza è la forma normale del delirio.

L’ecologia è l’altra faccia dell’economia. Parole terribili di oggi: sostenibilità, rifiuti e riciclaggio. Dramma dei rifiuti, siamo nella fase anale. Come i bambini giochiamo con la cacca. Il rifiuto di un’azienda è la materia prima di un’altra.
Come si fa a non amare un sistema che, dopo essere stato criminale, inquinante e devastante, trasforma le proprie scorie in arredamento e la merda in energia?

Oggi si sentono quasi tutti gli economisti predicare: “Meno stato, più mercato”. E ancora oggi c’è chi pensa che l’economia debba crescere, crescere, crescere senza regole e che la società, cioè il modo in cui mangiamo, beviamo, respiriamo, ci incontriamo, viviamo e moriamo, sarà il risultato di ciò che l’economia gli permetterà di essere. Tutti dicono “Più economia, meno stato”. Io invece dico: un’economia, un po’ più di buon senso.

 

Perchè la tecnologia se nessuno la sa usare, o se la usano in pochi, non è tecnologia.

Gli architetti progettano grattacieli di cinquecento metri. Ma nessun architetto progetta come rimuovere quei grattacieli, quando marciranno tra cento anni.

Cultura: il furto delle parole.
Le parole devono far paura.
Ci sono mondi dietro le parole, ci sono cose.
Se ci cambiano le parole, ci cambiano il mondo. Ci cambiano la vita.

La vita è diventata uno spettacolo dove noi siamo gli spettatori e dobbiamo anche pagare il biglietto.

La banca ha fiducia in te; però ti chiedono i documenti per accettare i tuoi soldi e ti prestano una biro legata a una catenella.

La Danimarca esporta centinaia di tonnellate di biscotti negli Stati Uniti. Gli Stati Uniti esportano centinaia di tonnellate di biscotti in Danimarca. E uno dice: vabbe’ saranno biscotti diversi. E allora perché cazzo non si scambiano la ricetta?

Credo nella reincarnazione: per questo ho fatto testamento lasciando tutto a me stesso!

Chissà perché quando si sbaglia numero il telefono non è mai occupato.

Le cose non accadono se non le leggiamo.

È lì la politica, al supermercato, ce l’abbiamo nel carrello, è lì che andiamo a votare tutte le mattine, è lì che votiamo!

La giovinezza è quando dai appuntamento a due ragazze e esci con la terza.

La disinformazione è il primo potere politico in Italia.

Dovremmo essere la patria del diritto, siamo diventati la patria del rovescio! Oggi i fuorilegge scrivono le leggi, i malfattori giudicano i giudici. E il destino dei magistrati è nelle mani delle sentenze degli avvocati.

Cosa dobbiamo aspettare? Che finisca il petrolio? Guardate che l’età della pietra non è mica finita perché sono finite le pietre!

Il contrario della violenza non è il pacifismo, è l’intelligenza.

Chi ha in mano questi due cavi – energia e informazione – ha in mano il futuro: energia e informazione, alla velocità della luce. Queste sono le redini che governano il mondo. E voi… i cavalli.

Non esistono cose vecchie; esistono cose nuove buttate via, rimpiazzate da cose nuovissime.

Non esiste il lavoro e il tempo libero, esiste solo il tempo.

La noia è un incontro con se stessi, percepisci la tua nullità.

Alzarsi nella notte per aprire un libro è mancare di rispetto all’insonnia.

La verità su un autore è nella sua corrispondenza, l’opera è una maschera.

Io sono felicemente sposato, mia moglie no!

La guerra è il sistema che gli americani hanno scelto per conoscere la geografia.