Condividi


Nei momenti delle scelte difficili, di fronte alle catastrofi, è bello poter contare su un ministro degli Esteri come il Frattini Ridens. Rassicurante. L’Italia, e perché no anche il mondo, sono più tranquilli dopo le sue parole mentre la centrale di Fukushima sta fondendo: ‘Non credo” che il disastro in Giappone “giustifichi una rimessa in discussione del piano italiano verso l’energia nucleare. Abbiamo fortunatamente zone che sismiche non sono… alle frontiere tra Italia e Francia ci sono decine di centrali nucleari, a pochi chilometri da Torino“… le giovani generazioni non dovrebbero pagare ancora di più “il prezzo della dipendenza dai Paesi produttori“, perché “stiamo vedendo cosa accade con la Libia“.
“- la Svizzera blocca iter per costruzione nuove centrali.
– Merkel sospenderà decisione estendere vita centrali nucleari
portaerei americana Reagan in fuga da nuvole radioattive
– borsa Tokio giù
crollo dei titoli di industrie legate al nucleare
– Europa che assicura che non ci sono radiazioni sul suolo europeo!!!
ATTENZIONE ragazzi, qui ci nascondono cose grosse!! Non mi meraviglierei se nei prossimi giorni dovremo fare i conti con le traettorie delle nubi radioattive per tutto il globo”. carmine d9