Condividi

“Scoperchiata la “Cupola” che ha le mani sulla Capitale e della quale, secondo gli inquirenti, fanno parte esponenti politici di destra e sinistra al servizio di personaggi come l’ex Nar Massimo Carminati. Se hanno un minimo di dignità tutti i coinvolti dovrebbero immediatamente dimettersi dalle proprie cariche pubbliche, così come ha fatto l’assessore PD alla casa Ozzimo. Così parlamentari e consiglieri del Comune e dei Municipi di Roma in una nota congiunta con i colleghi della Regione Lazio. L’operazione “Terra di Mezzo” svela i contorni di un ramificato sistema corruttivo nelle amministrazioni locali del Lazio che, come da noi denunciato più volte in ogni sede istituzionale e giudiziaria, inquina l’assegnazione di incarichi, appalti e finanziamenti pubblici.
L’operazione di stanotte, frutto dell’encomiabile impegno della procura di Roma e delle Forze dell’ordine, ne è l’ennesima dimostrazione, con una lista di indagati e arrestati che abbraccia destra e sinistra, da Alemanno a Luca Odevaine, capo di Gabinetto del sindaco Veltroni e già al ministero dell’Ambiente con la Melandri, l’ex ad dell’ente Eur, Riccardo Mancini e l’ex presidente di Ama Franco Panzironi, nomi messi lì dall’amico sindaco di turno. Il fatto che siano coinvolti nell’indagine anche Eugenio Patanè, consigliere Pd Lazio, il capogruppo di FI Luca Gramazio e il presidente dell’Assemblea capitolina, Mirko Coratti dimostra a cosa servono veramente le larghe intese.” i portavoce M5S a Roma, in regione Lazio e in Parlamento

PS: Oggi in Campidoglio alle ore 14 presso la sala del Carroccio – Palazzo Senatorio – ci sarà una conferenza stampa del M5S capitolino. “La mafia fuori da Roma“. La città ha bisogno di recuperare visione ed onestà. Insieme ai portavoce parlamentari M5S, Luigi Di Maio, Carla Ruocco, Alessandro Di Battista, Federica Daga, Roberta Lombardi ed altri portavoce nazionali.