Condividi


“IL SENSO DI GAD LERNER PER LE COSE — Lerner si è allineato e coperto. Ha dato del cialtrone a Grillo. Travisandone il pensiero, ma questo per gente sempre al servizio di qualcuno, e in cerca di piedi ai quali sdraiarsi, è un particolare irrilevante. La realtà va prima lavorata secondo le proprie convenienze, e poi offerta ai lettori ben distaccata dalla verità. L’importante è offrire lo spot al PD, poi alla sua carriera e alla posizione di esponente di spicco dell’ informazione di regime. La verità è fastidiosa. Perchè disturbare un popolo di allocchi, somministrandogliela? Meglio voltarsi dall’altra parte e far finta che i Penati non siano mai esistiti, e che di quei soldi i vertici del PD fossero ignari. Non esistendo i fatti, gli autori non possono essere additati come cialtroni. E Lusi? e Rutelli? e la colossale ruberia di euro di soldi pubblici avranno invogliato Gad Lerner a dispensare a costoro la patente di cialtrone? Macchè. Anche questa volta Gad Lerner ha abbozzato e fatto finta di niente. Troppo impellente eseguire la consegna di partecipare, da clown dell’ informazione, al circo dello screditamento di Grillo, nel goffo tentativo di arrestare l’ emorragia di consensi, e la palese volontà degli italiani. C’è da fidarsi di uno come Gad Lerner, e del suo cialtronesco senso delle cose?”. Cielo Stellato