Condividi

“Non so se lo sapete tutti ma adesso esiste una legge che impone a chi deve iscriversi all’Università (mia figlia in questo caso) di produrre un documento che fa riferimento a una non meglio identificata “GIACENZA MEDIA“…sul conto corrente naturalmente dei genitori dell’interessato/a.
In pratica si fa la media mensile dei soldi presenti sul c/c in banca in un dato anno dividendola per 12 mesi (da quello che ho capito).La legge è entrata in vigore il primo gennaio di quest’anno…
E mi era successo di aver chiesto un prestito a una finanziaria per estinguere diversi piccoli debiti per farne uno solo che mi viene più agevole pagare.
Per il resto, visti i tempi, la mia “giacenza media” volge ogni mese inevitabilmente verso il rosso vermiglio…quello vivo va…
Bene, in pratica chi supera una certa “giacenza media” non ha più diritto a sconti sulle tasse universitarie ecc.
Ora ditemi voi se è stupida la legge o di più chi l’ha fatta.
In pratica quel prestito chiesto alla finanziaria, spalmato su dodici mesi ha fatto schizzare in alto sta benedetta-maledetta giacenza. In pratica è come se io avessi in banca molti più soldi di quelli che in effetti (non) ho davvero.
Ho fatto una ricerca su internet per capirne qualcosa di più e mi sono imbattuto in commenti di povera gente che come me che ha subito lo stesso mio danno per questa legge da coglioni.
Cose da pazzi!…”. Dino Colombo