Condividi

“Forse ci voleva davvero Santa Lucia Annunziata (copy “la badessa dell’Elefantino”) per capire fino in fondo la scienza politica infusa del mitico guru pentastellato, Gianroberto Casaleggio. E forse ci voleva la Rai, l’orrenda azienda al cui simbolo, Bruno Vespa, era stato un dì donato, fra un vaffa e un altro, il microfono di legno, per comprendere in toto ciò che si nasconde, religiosamente, sotto il cappellino e/o sotto la grigia zazzera del Big Boss: niente. Il niente, beninteso, ammantato di gioielli resi luccicanti dal coro greco mediatico che, pur insultato a sangue tipo “peste rossa da imminente processo popolare”, ha di fatto contribuito allo splendore del niente, del latino nihil, esattamente come le fiabesche vesti dell’imperatore alle quali solo il leggendario bambino seppe replicare indicando la nudità dell’indossatore”.
Paolo Pillitteri, L’Opinione