Condividi


“L’Organizzazione internazionale del lavoro (OIL) celebra oggi, 28 aprile, la Giornata mondiale per la sicurezza e la salute sul lavoro. La Giornata ha l’obiettivo di incentivare la prevenzione degli infortuni delle malattie professionali a livello globale facendo luce sulle norme in materia di sicurezza. Secondo una stima effettuata per conto dell’Organizzazione Mondiale del Lavoro, dei 2,34 milioni circa di incidenti lavorativi che si manifestano ogni anno, solo 321.000 sono causati da incidenti. I restanti 2,02 milioni di morti sul lavoro sono collegabili a diversi tipi di malattie occupazionali che corrispondono a circa più di 5.500 morti sul lavoro al giorno. Tali risultati sono da imputarsi all’inadeguatezza delle misure di prevenzione delle malattie occupazionali, con profonde ripercussioni non solo per i lavoratori e le loro famiglie, ma per l’intera società a causa degli immensi costi che generano; in particolare, in termini di riduzione di produttività e di aggravamento dei sistemi di sicurezza in generale. La prevenzione è molto più efficace e comporta meno costi di terapie e riabilitazioni mediche. Per questo motivo è necessario che ogni Paese metta in atto delle azioni concreti per migliorare le competenze in ambito di prevenzione delle malattie occupazionali.”
Leggi l’articolo completo