Condividi

blog_ammazzablog.png
“Sono un 45enne disabile dal ’98 e, anche se sono autonomo, non vado in giro se non per recarmi al lavoro o visite mediche poiché camminare anche se con le stampelle mi risulta doloroso. Ma ad essere sincero la condizione che sto vivendo da 13 anni non è poi così terribile, a farmi passare il tempo libero ci pensa la rete con i blog come questo e molti altri. Basti dire che ho imparato, e sopratutto approfondito, più cose negli ultimi 5 anni che negli altri 40! Ed io ho sempre adorato imparare, capire.
In questo periodo, con un clima politico e sociale che mette paura a persone come me (i cosiddetti deboli) sentire che persone la cui ignoranza è ormai ampiamente assodata vogliano mettere le mani sulla rete mi causa una spiacevole sensazione, come quando ci si sveglia e ci si rende conto che era tutto un sogno. Io non starò con le mani in mano aspettando che mi fottano anche la libertà di sognare, sono anni che vivo tranquillo pagando le tasse, indignato si, ma senza rompere le balle a nessuno fisicamente, ed ora qualcuno vuole entrare nel mio angolino di mondo e farci i cazzi propri? Ma questo non ve lo permetterò tanto facilmente cari signori perché questa volta mi avete proprio rotto. Davvero!”
Tukko77

Condividi
Articolo precedenteIn memoria di Steve Jobs
Prossimo articoloAtene brucia