Condividi

Violenze, feriti e fermi contro facchini e solidali alla Mirror di Ferrara in lotta dopo il licenziamento di 14 lavoratori perché iscrittisi al Si Cobas.

“Quante di queste notizie sconfortanti abbiamo già visto e quante ne dobbiamo vedere ancora. Ce ne saranno ogni giorno di più se lasciamo fare al PD e alla sua visione del lavoro che tramite il Jobs Act promuove la libertà di licenziare, l’abbandono di ogni forma di tutela per i nuovi assunti, il demansionamento facile, una flessibilità esasperata, niente soldi per i sussidi, l’indebolimento dei centri per l’impiego a favore di agenzie interinali private e l’abbandono a se stessi di professionisti e artigiani con partita IVA. Questa spinta del PD verso il precariato selvaggio va contrastata subito con posizioni politiche forti e reddito di cittadinanza, snellimento delle pratiche burocratiche per le assunzioni, investimenti adeguati agli standard europei, taglio dell’IRAP, sostegno alla ricerca e all’innovazione, aiuti agli autonomi e alle PMI.
Una regione a 5 Stelle favorisce trasparenza e accessibilità di tutti i fondi di finanziamento europei e nazionali, gestiti a livello regionale, l’aumento dei fondi di garanzia regionali e l’accesso al credito, il contrasto alla delocalizzazione e gli incentivi a nuovi insediamenti imprenditoriali, il collegamento tra esigenze reali delle imprese, formazione vera e non fittizia e domanda di lavoro. Solo così riapriamo insieme in questa regione il senso del futuro.” Giulia Gibertoni – Candidata presidente Emilia Romagna, MoVimento 5 Stelle