Condividi

da l’Antidiplomatico

“Come parte del suo discorso alle Nazioni Unite Obama ha cercato di coprire il coinvolgimento americano nel colpo di stato presidenziale in Ucraina nel febbraio del 2014. “L’America ha pochi interessi economici in Ucraina.“, ha dichiarato per rispondere a qualunque coinvolgimento. Per chi si è dimenticato le parole di Victoria Nuland e della sua “strategia” post-golpe in cui mandava a “fanculo” l’Europa, vi alleghiamo un articolo de l’AntiDiplomatico di qualche mese fa. Emerge un leggero interesse economico degli Usa in Ucraina.

Il cerchio si chiude in Ucraina: il figlio di Biden entra nella principale azienda di gas del paese” (14 maggio 2014)

Hunter Biden, il figlio più giovane di Joe Biden, vicepresidente degli Stati Uniti d’America, è entrato nel Consiglio di amministrazione della più importante compagnia di gas dell’Ucraina. La società, la Burisma Holdings, ha annunciato la nomina di Biden sul suo sito martedì.

Burisma ha reso noto che Biden avrebbe assunto la posizione di capo dell’unità legale della società. La Casa Bianca ha spazzato via qualsiasi accusa di conflitto di interessi con la nomina di Hunter Biden. La portavoce di Joe Biden, Kendra Barkoff, ha sottolineato che la nomina di Hunter non è da collegare al vice presidente. “Hunter Biden è un privato cittadino e un avvocato. Il Vice Presidente non sostiene alcuna società in particolare e non ha alcun coinvolgimento con la Burisma“.
La nomina di Hunter Biden arriva mentre gli Stati Uniti e gran parte dell’Occidente cerca di aiutare l’Ucraina a liberarsi dalla sua dipendenza dalle forniture di petrolio e gas russo. Il mese scorso, durante un viaggio a Kiev, il vice presidente Biden ha promesso l’assistenza degli Stati Uniti nel perseguimento dell’indipendenza energetica dell’Ucraina dalla Russia.” l’Antidiplomatico