Condividi

La Cura 5 Stelle a Bagheria funziona. I sindaci 5 Stelle sono incorruttibili e sono il terrore delle mafie.

“L’elezione di Patrizio Cinque a sindaco di Bagheria per la mafia è stata una disgrazia. Pasquale Di Salvo, detto “u pupiddu“, uno dei 38 fermati del blitz antimafia “Panta Rei“, intercettato dalle cimici dei carabinieri, si sfoga al telefono con il fratello, lamentando le difficoltà incontrate nella gestione dei suoi affari illeciti nel settore dei rifiuti.
Come vede due tre persone – spiega Pasquale Di Salvo riferendosi al primo cittadino di Bagheria –, si apparecchia l’orecchio e ti manda gli sbirri eh… non puoi avvicinare un assessore, non puoi avvicinare a nessuno perché già subito… fa… dice… di cosa state discutendo, cosa state progettando? Con questo sindaco che c’è qui… questo denuncia tutti… neanche gli occhi per piangere restano.

VIDEO Come combattiamo la mafia a Bagheria

Il M5S sta riportando la legalità e la speranza di poter vivere una migliore, questo lo dico perché nelle intercettazioni siamo sempre dal lato giusto, quello della giustizia, e dai criminali veniamo additati come loro avversari, come un problema.
In una terra come la Sicilia gente come Patrizio Cinque ti fa venire voglia di reagire, ti da il coraggio di reagire, ti da la forza di reagire. Denunceremo e debelleremo tutti i sistemi del malaffare e, se sarà necessario, moriremo in piedi, ma non vivremo mai più in ginocchio!” Giancarlo Cancelleri, portavoce M5S Sicilia