Condividi


In Thailandia i caschi della polizia hanno un identificativo. Forse è per questo che il governo ha dovuto fuggire con gli elicotteri.
“Nei filmati dell’assalto al parlamento thailandese si vedono chiaramente i numeri di identificazione sui caschi dei poliziotti anti-sommossa in azione. Se fossero stati adottati anche in italia adesso non staremmo brancolando nella penombra di procedimenti giudiziari (quando ci sono) basati solo su prove indiziarie. I picchiatori di Genova (di corso Italia, piazza Manin, via Tolemaide, e soprattutto della scuola Diaz), di Chiaiano di Pomigliano, della val di Susa e di tanti altri episodi di violenza poliziesca gratuita e criminale, sarebbero in galera o quantomeno esposti alla pubblica disapprovazione. Ma evidentemente la Thailandia golpista è più civile della democratica italia…” luca forcolini, biella

Condividi
Articolo precedentePadania nucleare
Prossimo articoloForza Sergio!