Condividi


In televisione i politici si fanno vedere sempre meno. Se sono costretti, mandano le comparse. Cominciano ormai a capire che più dibattono sulla crisi di cui sono responsabili, più perdono voti. Ai talk show partecipano solo giornalisti che si intervistano tra di loro. La discussione sul MoVimento 5 Stelle batte sempre dove la lingua duole (o lecca, a seconda dei protagonisti): “Non c’è un programma!“. “Non si può governare solo con le piste ciclabili e il compostaggio“, sbraitano. Il Programma però esiste sin dalla nascita del MoVimento 5 Stelle ed è pubblicato on line. I giornalisti di regime non sanno ancora usare un browser. Però, non è mai troppo tardi, come direbbe il maestro Alberto Manzi.