Condividi

L’Italia è in preda a una diarrea verbale. Una malattia nazionale. Negare tutto e affermare il contrario. La classe dominante, una stella a quattro punte: politica, media, banche, mafie, sente odore di bruciato.
E’ un formicaio impazzito,. Tutti sapevano, tutti prendono le distanze. Ma da chi?
I giornalisti e i politici si stanno mettendo le mutande di ghisa dell’antipolitica. Hanno paura che i cittadini si interessino al loro fondo schiena.
L’Italia è in preda all’Alzheimer. Il negazionismo dilaga ovunque. E’ una evoluzione del paraculismo, del trasformismo. E’ un’offesa alla nostra intelligenza. Come pagare il canone per trasmissioni televisive sul costo della politica. Condotte da reggicoda dei politici. In cui parlano i politici. Giornalisti del c…o con quattro zeta dove vi siete imboscati in questi anni? Politici predicatori della riforma della politica quanto avete guadagnato in questi anni?

Chi afferma che Auschwitz era un club Med con piscina è negazionista.
Enel che promuove l’energia pulita mentre costruisce centrali nucleari è negazionista.
La pubblicità dei Suv immersi nella natura è negazionista.
Il partito ‘democratico’ nato morto nelle segreterie è negazionista.
Montezemolo che accusa la politica che ha tenuto in vita la Fiat con la cassa integrazione è negazionista.
Il Papa che parla di famiglia senza rispondere al filmato ‘Crimen Sollicitationis’ è negazionista.
I politici che denunciano il populismo dei cittadini sono negazionisti.
I giornalisti che ora accusano i politici e dicono, con orgoglio, di essere diventati populisti sono negazionisti.
La Lega che si scaglia contro Roma ladrona dopo aver ‘magnato’ nella capitale è negazionista.
I costruttori di inceneritori che diffondono tumori per il bene della popolazione sono negazionisti.
Mastella ministro della Giustizia è negazionismo purissimo.