Condividi


La Grecia sta per fallire. Il punto di non ritorno dovrebbe essere raggiunto entro l’estate. I suoi titoli di Stato saranno “ristrutturati”. Dai “Tango Bond” argentini ai “Sirtaki Bond”.I prestiti europei non sono serviti, prestare soldi con tassi elevati a un Paese indebitato vuol dire farlo fallire prima.
Pantelis Kapsis su “To Vima” ci informa di come la coesione sociale in Grecia stia tragicamente diminuendo a vista d’occhio. “Segnali che la situazione del paese sta precipitando si moltiplicano ovunque. A Corinto, dove venti pirati della strada hanno assaltato un commissariato senza incontrare resistenza per cancellare ogni prova delle loro multe. A Pérama, dove alcuni sindacalisti hanno ribaltato una macchina della polizia con tanto di poliziotti dentro. A Kératéa, dove da mesi è in corso una sorta di guerriglia contro le forze dell’ordine, e dove lo stato si sta dimostrando incapace di reagire (gli abitanti si oppongono alla costruzione di una discarica per lo smaltimento dei rifiuti). Ai caselli e in piazza della Costituzione nel centro di Atene, dove il collettivo “Io non pago” agisce impunemente e prende in ostaggio chi non si presta a violare la legge. A Patrasso, dove alcune persone con indosso il passamontagna se la sono presa con un illustre signore di 80 anni, James D. Watson, premio Nobel per la medicina nel 1962.” segnalazione di Alina F.