Condividi

Piero Pelu’ al concerto di 1 maggio ha parlato di Renzie:
“Non vogliamo elemosine da 80 euro, vogliamo lavoro. Il nuovo arrivato, il boy scout di Licio Gelli deve capire che in Italia c’e’ un grande nemico: disoccupazione, corruzione, voto di scambio, mafia, ‘ndrangheta, camorra. La nostra e’ una guerra interna. Il nemico e’ dentro di noi. Gli unici cannoni che ammetto sono quelli che dovrebbe fumarsi Giovanardi.” Piero Pelù