Condividi


Belin, per fortuna che l’esagitato sono io. Cacciari, il filosofo della laguna, vuol farci fare la fine degli eretici. Ma non ha capito che non siamo di sinistra e neppure di destra, siamo avanti!
“INVIATO A VENEZIA. Massimo Cacciari è a Ca’ Farsetti, dove sta facendo gli scatoloni; giovedì lascia l’ufficio a Giorgio Orsoni, l’avvocato sul quale aveva puntato per non consegnare la città alla destra e a Renato Brunetta. E’ felice per il voto a Venezia, ma “atterrito per lo scenario nazionale. E’ stato uno choc soprattutto il Piemonte; ci vorranno anni per riprendere il nord a una Lega populista, demagogica, fondamentalista. E a chi dobbiamo dire grazie di questo capolavoro? A quelle teste di c… dei grillini”. Il filosofo è arrabbiatissimo, “gli darei fuoco a quelli lì, sono degli sciagurati, si rendono conto di cosa hanno combinato?“. “L’arte di farsi del male a sinistra è immortale, come quella di Fidia“. TI ASPETTIAMO”. Giorgio Cigolotti