Condividi

Mi sembra ovvio che si debbano tagliare tutte le cariche politiche delle Province, non le loro funzioni quando sono necessarie.
“Sono dipendente di una delle Province da sacrificare. Non mi preoccupo del mio futuro perché sto sempre meglio della miriade di disoccupati in circolazione. Solo sono stanco di essere accomunato alla moltitudine di inetti ed incompetenti che sta gestendo questo Paese. Non credo di essere inutile e dannoso, percepisco uno stipendio ridicolo per le mie attività e che sono aumentate vertiginosamente. Voglio dirvi che ci rimetterà è sempre l’ utente. Non sperate lontanamente che le Regioni siano in grado di svolgere le mansioni delle Province. Io vedo tutti i giorni queste cose, le Regioni sono zeppe di dirigenti e politici, fanno girare soldi e non fanno nulla e ci hanno rifilato le competenze più rognose. La manutenzione delle strade e delle scuole sono pozzi perdenti, non portano voti e dissestano i bilanci. Quello che faranno sarà creare qualche agenzia a cui delegare tutto e farcirla di dirigenti e politici trombati. Questa classe dirigente non è in grado di gestire nemmeno il gabinetto di casa figuriamoci un Paese complesso come il nostro. Non basta tirare una riga su un foglio, bisogna fare i conti con la realtà complessa dell’Italia. Non è con soluzione semplicistiche che si risolvono i problemi, altrimenti alla prossima manovra chi taglieranno?” franco castelli