Condividi

“Oltre 2,5 milioni di euro pronti per le piccole e medie imprese, ricavati dai tagli a stipendi e diarie dei parlamentari del MoVimento 5 Stelle, sono bloccati dal non far nulla del Governo Letta. Sembra assurdo ma è tutto vero. Un po’ di storia. Il 5 agosto all’interno del “decreto del fare“, fu approvato un emendamento del M5S che permetteva di finanziare con i tagli volontari ai costi della politica il Fondo di Garanzia per il microcredito alle piccole e medie imprese. Da allora il Ministero per lo Sviluppo Economico non ha ancora emanato il decreto attuativo. I termini per emanare il decreto attuativo per finanziare il Fondo sono scaduti il 19 novembre! Il decreto attuativo permetterebbe ai portavoce a 5 Stelle di versare al Fondo statale di garanzia per le imprese i 2,5 milioni di euro del cosiddetto Restitution Day2. Il M5S non fa annunci, ma dà l’esempio con i fatti. Con i 2,5 milioni di euro pronti per il Restitution Day 2, grazie al meccanismo di leva del Fondo di Garanzia si potrebbero elargire finanziamenti alle piccole imprese tra i 20 e 40 milioni di euro. E’ vergognoso che Letta e Saccomanni non abbiano ancora mosso un dito da agosto. Il tempo è scaduto. Subito il decreto attuativo! I parlamentari M5S vogliono versare per le imprese 2,5 milioni di euro!” M5S Camera e Senato