Condividi

“Fuori uno. Ed è solo il primo, solo l’inizio. Il 21 dicembre scorso la Camera dei Deputati ha dato il benservito a Luigi Tivelli, il lobbista sgamato dal MoVimento 5 Stelle a dettare gli emendamenti al capogruppo del Pd, Roberto Speranza, per lasciare intatti i privilegi dei pensionati d’oro: “In relazione ad articoli di stampa e ad interventi svolti in aula nel corso dell’esame del disegno di legge sulla stabilità, l’Amministrazione ha ritenuto che non vi fossero più le condizioni per proseguire il rapporto di collaborazione, sicché nella stessa giornata si è preso atto della rinuncia da parte dell’interessato alla prosecuzione di tale rapporto”. Così scrive il segretario generale della Camera dei Deputati.
#fuoriuno, ma adesso tocca a tutti gli altri, abbiamo già chiesto l’elenco dei lobbisti che sono entrati a Montecitorio ad ammorbare i lavori delle commissioni. Non ci fermeremo.” M5S Camera