Condividi


“Fino all’altro giorno in Commissione affari costituzionali non si voleva sentir parlare degli emendamenti del M5S al testo di riforma costituzionale perché, nelle parole di La Russa “modificare il testo del Senato significherebbe ritardare l’approvazione della legge costituzionale”. Non sia mai! Ieri mattina a sorpresa i partiti stavano votando a raffica gli emendamenti M5S. Perché? Semplice. Hanno scoperto che, disquisendo emendamento per emendamento, si riesce a far slittare a data da destinarsi la spinosa questione del finanziamento pubblico ai partiti. Davanti ai soldi anche il presidenzialismo può aspettare. E così mirabolanti dialettiche per fare melina, con il Ministro Quagliariello che descrive l’importanza delle macchine a vapore nella democrazia.” M5S Camera