Condividi


Nel 2003 Fabrizio Del Noce spaccò il naso a Staffelli con il microfono che gli aveva strappato di mano. Staffelli era entrato in un ristorante per chiedergli di commentare, in qualità di direttore di Rai Uno, la dichiarazione di Paolo Bonolis sulla presenza di “un regime in Rai”. In un altro Paese un direttore di una televisione pubblica che aggredisce un giornalista per una domanda sarebbe stato cacciato a calci nel culo. Fabrizio rimase al suo posto. Dopo sei anni è arrivata la condanna. OTTOCENTOEURO per lesioni. Ora sappiamo quanto vale il naso di un giornalista. E anche quanto vale la libertà di informazione: un cazzo.