Condividi


Il nipote di suo zio Enrico Letta non si arrende. Quella per Boccia è stata: “la battaglia di un PD che sa di dover uscire dall’angolo del suo elettorato tradizionale per poter battere la destra”. E per vincere deve battere la sinistra di Vendola e allearsi con l’UDC di Cuffaro. Una strategia degna di D’Alema che ha visto trionfare Vendola nella natia Gallipoli con il 77%.
“e tanto insistono….Primarie Puglia, Letta: la battaglia di Boccia era giusta. Dichiarazione del vice segretario del Partito democratico. “La battaglia politica che Francesco e tutti noi abbiamo fatto in Puglia era giusta. Nonostante il risultato che ovviamente rispettiamo e sul quale dobbiamo riflettere. E’ la battaglia di un PD che sa di dover uscire dall’angolo del suo elettorato tradizionale per poter battere la destra. Per dare conto della speranza che hanno riposto i 3 milioni di militanti che hanno partecipato il 25 ottobre. Grazie a tutti coloro che in queste difficili giornate ci hanno messo il cuore e la testa, hanno dedicato giornate di ferie dal loro lavoro (altroché ‘apparati’ come qualcuno ha voluto raccontare). Grazie soprattutto a Francesco che ha accettato con impegno e generosità di mettersi a disposizione di un progetto che certo non si ferma oggi”. Così Enrico Letta, vicesegretario del PD (menoelle, ndr)” Lalla M., Arezzo