Condividi


“Pochissimi giorni fa l’amministrazione comunale ci ha chiesto un versamento di 5200 euro come cauzione per l’utilizzo di piazza del Duomo per lo #tsunamitour di martedì prossimo. Reputiamo questa scelta a pochissimi giorni dall’evento assolutamente anomala, in passato non ci è mai stato chiesto nulla di simile. Al momento abbiamo tutti i permessi in regola con la questura, stiamo organizzando l’evento da mesi, ma se l’amministrazione dovesse continuare su questa strada non potremo allestire il palco. Chiediamo all’amministrazione di rispettare la delibera di Giunta del 9 Gennaio 2009 ad oggetto: “Linee guida per lo svolgimento di eventi in aree centrali del territorio comunale.” Dove è espressamente scritto che le manifestazioni organizzate da forze politiche o sindacati non devono versare alcuna cauzione di questo tipo per utilizzare Piazza del Duomo. (Delibera di Giunta – Direttive). Contiamo sul fatto che si tratti solamente di un disguido amministrativo, rimaniamo in attesa.” Mattia Calise, M5S Milano

Update: Il Comune di Milano ha rilasciato questo comunicato: “Ringraziamo il consigliere Calise per la segnalazione. […] Da una pronta verifica risulta infatti che da parte degli uffici vi è stata un’errata interpretazione delle disposizioni relative alla richiesta di cauzione a tutela dei luoghi particolarmente pregiati, qual è piazza del Duomo; cauzione che viene restituita al termine delle manifestazioni in assenza di danni. Va però precisato che identica richiesta di cauzione è stata avanzata anche al Pd […] la richiesta della cauzione decade immediatamente