Condividi

I ricercatori di una delle migliori università cinesi hanno progettato un robot che potrebbe aiutare a salvare il personale sanitario durante questa emergenza sanitaria.

La macchina è costituita da un braccio robotizzato su ruote in grado di eseguire ultrasuoni, prelevare tamponi orali e auscultare il paziente.

Tali compiti sono normalmente svolti dai medici di persona. Ma con questo robot, che è dotato di telecamere, il personale medico non deve trovarsi nella stessa stanza del paziente e potrebbe persino trovarsi in una città diversa.

“I dottori sono tutti molto coraggiosi”, ha dichiarato il Prof. Zheng Gangtie dell’Università Tsinghua, capo progettista del robot. “Ma questo virus è troppo contagioso … Possiamo usare i robot per eseguire le attività più pericolose.”

Gli alti tassi di contagio tra gli operatori sanitari hanno ostacolato gli sforzi per affrontare l’epidemia, spingendo i progettisti a vedere se un robot potesse fornire qualche tipo di protezione.

Il Prof. Zheng ha affermato che l’idea gli è venuta mentre guardava la città cinese di Wuhan bloccarsi all’inizio dell’anno mentre il numero di casi in Cina aumentava rapidamente. Ha detto che un amico, Dong Jiahong, presidente esecutivo dell’ospedale Tsinghua Changgung di Pechino, gli ha detto che una delle maggiori sfide è stata quella dei contagi del personale sanitario in prima linea.

Ha convertito così due apparecchiature robotiche e ha realizzato il nuovo robot con braccio meccanizzato fondato sulla stessa tecnologia che viene utilizzata nelle stazioni spaziali e negli esploratori lunari. ll team di Zheng inizialmente intendeva che il robot fosse completamente automatizzato, ma gli è stato sconsigliato dai medici, poichè l’attenzione personale dei medici può contribuire al recupero delle persone ammalate.

Per ora il team di Zheng ha realizzato due robot. Uno dei quali è ora al Wuhan Union Hospital.

Il costo di questo robot è di circa 72.000 dollari. Zheng non intende commercializzare il design del robot, ma non vede l’ora che le aziende siano disposte a farlo. Ha dichiarato che vorrebbe costruire altri robot di questo tipo, ma i finanziamenti dell’università purtroppo sono finiti.

A questo link il video: www.youtube.com/watch?v=aj-zEIrZ8Z4&feature=youtu.be