Condividi


Mortizia Moratti vuole fare approvare entro il 14 febbraio, San Valentino, un piano di 35 milioni di metri cubi di cemento per Milano. E’ la sua dichiarazione d’amore per i cittadini.
“Mi sono trasferito a Milano da quasi un anno. Dal profondo Sud alla capitale economica, viaggio di sola andata. Mi chiedo cosa mi manca di più della mia terra, la Calabria. Gli amici? La mia vecchia finestra che affaccia su una scuola? Il caffè del solito bar? No… quello che mi manca è il cielo. Il sole. Da quando sono a Milano non vedo più il sole. E non c’entrano la nebbia e i soliti luoghi comuni. Il sole è coperto dai palazzi, da questi mostri di cemento armato chi ti levano il respiro. Ma c’è di più. La Moratti, Letizia Brichetto Arnaboldi, quella di “la mafia a Milano non esiste“, sta per fare un pensierino di fine legislatura agli amici degli amici. Entro il 14 febbraio la sua giunta approverà il nuovo Piano Generale del Territorio che prevede lo sversamento di 35 milioni di metri cubi di cemento sulla città. Le gru si moltiplicheranno, gli angoli di cielo diventeranno sempre più rari. I costruttori come Ligresti edificheranno case per mezzo milione di abitanti. Chi le abiterà, considerato che la crescita demografica della città è stimata (per il 2030) a 60mila nuovi residenti? Mistero di Moratti. Amen.” Damiano B.