Condividi

“L’amministrazione comunale di Bagheria aderisce alla mozione del consiglio comunale dello scorso 24 luglio, relativa alla riduzione dei costi della politica e si impegna ad utilizzare le economie di gestione per la costituzione di un “Fondo di solidarietà” per le emergenze sociali. In base a quanto disposto dal provvedimento approvato, il sindaco Patrizio Cinque per i primi sei mesi di mandato non percepirà alcun emolumento relativo alla indennità di funzione e dal settimo mese in poi la sua indennità sarà ridotta del trenta per cento. Analoga riduzione del trenta per cento è stata disposta per i sei assessori il vice sindaco Domenico Mastrolembo Ventura, Rosanna Balistreri, Luca Tripoli, Maria Puleo, Fabio Atanasio e Alessandro Tomasello. Un bel gruzzoletto, tenuto conto che per il sindaco è prevista una retribuzione di 4.386 euro lorde mensili, per il vice sindaco 3.290 euro e per gli assessori 2.851 euro. “Questo provvedimento viene adottato – si legge nel documento approvato in precedenza dal Consiglio comunale dello scorso mese di luglio, quando si svolse la discussione in aula – per poter restituire le somme accantonate direttamente ai cittadini, con opere e servizi finalizzati al bene della collettivitàlavocedibagheria.it