Condividi

Un gruppo di ricerca giapponese ha sviluppato un sistema di camminata virtuale. Questo sistema registra una persona che cammina, quindi la riproduce ad un altro utente attraverso il flusso ottico e le vibrazioni sincrone del piede.

Gli esperimenti psicologici hanno confermato che le sensazioni di auto-movimento, deambulazione, azione delle gambe e telepresenza fornite dal flusso visivo oscillante combinato con vibrazioni del piede sono molto forti e credibili. Questi risultati suggeriscono che questo sistema può ridare la sensazione di camminare.

Il sistema di deambulazione virtuale è in grado di riprodurre esperienze di deambulazione per persone a distanza o con disabilità, che non possono più camminare.

In questo video è possibile vedere come funziona il sistema:

Camminare è un’azione che implica varie sensazioni come visione, tatto, udito, nonché l’esecuzione di comandi e azioni motorie. Pertanto, rappresenterebbe una sfida sviluppare un sistema di realtà virtuale in grado di riprodurre la sensazione di camminare.

Sono stati condotti esperimenti psicologici per testare il nuovo sistema di camminata virtuale. La professoressa Michiteru Kitazaki, psicologa percettiva presso la Toyohashi University of Technology, ha dichiarato: “Vorremmo sviluppare ulteriormente il sistema di realtà virtuale, consentendo alle persone di camminare su luoghi strani come la Luna o il fondo dell’oceano e possibilmente migliorare la qualità della vita di persone con disabilità motorie. Questa ricerca è il primo passo per raggiungere questi obiettivi. Di conseguenza, miriamo a creare la sensazione virtuale di camminare usando modalità limitate, come la visione e le sensazioni tattili”.

In questo modo, il sistema di deambulazione virtuale potrebbe espandere la nostra esperienza e migliorare la qualità della vita per le persone con disabilità, potrebbe aiutare nella riabilitazione e rappresenta un passo importante per i futuri sistemi di fisioterapia.