Condividi

Aldo Grasso fa di mestiere il critico televisivo. Non gli sfugge nulla. E’ l’occhio di falco del palinsesto. E’ uno che non fa sconti a nessuno, neppure ai valsusini che cercano di difendere la loro valle definiti da lui oggi sul Corriere “geneticamente arrabbiati” dopo che era stato dedicato un piccolo spazio ai No Tav nel programma Piazzapulita di Formigli. Il Grasso si è superato con una pagina intera dal titolo “Se il telecomando fa tacere le voci sgradite” nella quale elenca 10 personaggi televisivi da oscurare. Tra Capezzone, Gasparri e Ghedini ci sono anch’io che manco dal piccolo schermo dai tempi di Craxi se non per qualche apparizione in registrata da Santoro. Secondo voi Grasso ci è o ci fa? Chiedeteglielo personalmente nel suo forum.