Condividi

Il Tg1, telegiornale di punta della RAI fascista, nell’edizione delle 20 di ieri ha censurato le tre notizie circolate ieri sui condannati e gli indagati del Pd. Nell’ordine:
1) Condannato per truffa il consigliere regionale piddino Abaterusso
2) Indagato il sindaco piddino di Fiumicino Montino
3) Indagato il governatore piddino della Campania De Luca
L’unico accenno a queste vicende di interesse nazionale è stato un trafiletto di 15 secondi dal minuto 27:54 letto con la velocità degli effetti collaterali dei farmaci: “Falso in atto pubblico: avviso di garanzia per il presidente della giunta regionale della Campania. La vicenda risale al periodo in cui Vincenzo De Luca era sindaco di Salerno e riguarda una variante di progetto per la realizzazione di Piazza della Libertà. No comment dice l’indagato.“. Viene occultata l’appartenenza di De Luca al Pd, censurate le altre due notizie.

VIDEO I 15 secondi di vergogna del Tg1 fascista

Il censore del Tg1 è il direttore Mario Orfeo. Orfeo il Censore è postideologico: non è di destra nè di sinistra, è una bandierina, si muove e censura a seconda di come tira il vento. Ha svolto il suo ruolo con Monti, Letta e poi il Bomba, l'”en plein” dei non eletti. Alcuni commissari della Vigilanza Rai più volte hanno chiesto conto a Orfeo del suo operato, richiamandosi ai principi di correttezza e pluralismo dell’informazione, ma invano. Orfeo il Censore non risponde ai cittadini che gli pagano lo stipendio, ma solo al premier che gli assicura il posto di lavoro. Orfeo il Censore è uno dei gerarchi della RAI fascista, prima va via insieme al Bomba e prima l’informazione tornerà libera.

VIDEO I servizietti del tg1 sul M5S