Condividi

“Martedì 22 ottobre. Il Tg1 diretto da Mario Orfeo si produce in un “servizietto pubblico” a Matteo Renzi, candidato alla segreteria del Pd (menoelle, ndr), che ci va giù pesante sul MoVimento 5 Stelle: UN minuto e TREDICI secondi di accuse senza, ovviamente, sapere di cosa sta parlando. Poi l’intervista continua, per un totale di TRE minuti e CINQUANTA secondi, e il politico viene pungolato dalle tipiche domande scomode del Tg1 che farebbero accrescere l’orgoglio e la dignità di uno zerbino.
Mercoledì 23 ottobre. Viene chiesta una replica al M5S dopo le accuse lanciate la sera prima. Parla Villarosa: QUATTORDICI secondi.” M5S Camera

PS: I parlamentari del M5S diversamente da quelli del pdmenoelle hanno rinunciato a metà dell’indennità parlamentare. Nei primi due mesi di legislatura hanno restituito 1.569.951,48 euro versati nel fondo di ammortamento del debito pubblico, se i partiti come quello dell’ebetino facessero lo stesso si risparmierebbero 40 milioni l’anno. Il M5S ha anche rifiutato 42 milioni di euro di rimborsi elettorali, il pdmenoelle del gggiovane Renzie ha intascato 45 milioni di euro nonostante i proclami in campagna elettorale.