Condividi

“Solo la par condicio televisiva non ha permesso la messa in onda televisiva durante la trasmissione “Le Iene” del servizio “Lo stato controlla il gioco d’azzardo?“. Nel servizio, i cittadini del MoVimento 5 Stelle Giovanni Endrizzi e Maria Edera Spadoni, hanno prima ricostruito insieme alla “Iena” Nadia Toffa e il giornalista della trasmissione Marco Fubini, lo scandalo dell’evasione di 98 miliardi di euro sulle Slot Machine, ridotti a soli 300 milioni di euro con l’ultimo condono targato Letta-Pd-Pdl . Il conflitto d’interessi più scandaloso: i software di gestione delle Videolottery sono infatti in mano agli stessi concessionari! A controllare in prima persona gli incassi delle Videolottery-VLT è un software che deve essere certificato da SOGEI. Secondo quanto dichiarato da Confindustria Gioco, SOGEI risultava avere i parametri internazionali UNI CEI 1705 per poter certificare il sofwtare. In realtà è stato scoperto che SOGEI non è certificata UNI CEI 1705 e quindi non ha i parametri internazionali per poter garantire la sicurezza del trasferimento dati sugli incassi! I portavoce dei cittadini Endrizzi e Spadoni hanno evidenziato come “questo tipo di controlli devono essere totalmente in mano ad enti pubblici super partes con forme partecipative dei cittadini e non ai privati“.
Danni sociali di miliardi di euro, alla mancata Iva sui consumi (4 miliardi di euro l’anno) che va in fumo nell’illusione dell’azzardo con le videolottery e slot in direzione paradisi paradisi fiscali. Tutti soldi sottratti ai consumi e l’economia reale: acquisti di beni e servizi, posti di lavoro! Quanto emerso sarà oggetto di interrogazioni parlamentari. Occore fermare il fiume di miliardi di euro che se ne va nei paradisi fiscali stranieri da parte di società che poi finanziano regolarmente le campagne elettorali dei partiti: dal Pd a Forza Italia-Pdl.” M5S Camera e Senato

Guarda il video integrale che non è mai andato in onda!