Condividi


“A volte a leggere i numeri non ci si prende gusto, nel senso che non sempre nei numeri si trova qualcosa di interessante. Altre volte, invece, sono proprio i numeri a dare risultati sconcertanti. Succede in Parlamento: in aula, i big non si fanno vedere. Berlusconi e Monti, ad esempio, si sono fatti vedere in Parlamento solo per il voto di fiducia al governo Letta e non tanto meglio ha fatto Bossi. Ma in tutto sono sedici (fra deputati e senatori che hanno saltato oltre il 90 per cento delle consultazioni. E tra di loro, manco a dirlo, i berlusconiani Ghedini, Verdini e Angelucci… Ci viene da chiederci come mai hanno deciso di candidarsi, e se non credono di prendere in giro l’elettorato…” Segnalazione da Tze Tze
LA CLASSIFICA DELLE ASSENZE:
ANTONIO ANGELUCCI (PDL) 98,28%
PIERO LONGO (PDL) 98,28%
GIACOMO PORTAS (PDL) 98,28%
SILVIO BERLUSCONI (PDL) 94,12%
NICCOLO’ GHEDINI (PDL) 94,12%
MARIAROSA ROSSI (PDL) 94,12%
DENIS VERDINI (PDL) 94,12%
GIUSEPPE CASTIGLIONE (PDL) 93,10%
VINCENZO GAROFALO (PDL) 93,10%
GIOVANNI FAVA (LEGA NORD) 96,65%
UMBERTO BOSSI (LEGA NORD) 93,10%
ANTONIO BOCCUZZI (PD) 93,10%
MARCO FEDI (PD) 93,10%
MARIO MONTI (SCELTA CIVICA) 94,12%
GIOVANNI MONCHIERO (SCELTA CIVICA) 93,10%