Condividi

“Ieri Matteo detto “il Bomba” Renzi è andato in Tv a professare ottimismo, come nel peggior spot di una nota catena di negozi high tech. Il profumo della vita.
La sua frase più incisiva è stata: “Italiani, andate in vacanza belli allegri”. Ha dimenticato di aggiungere “portate la vaselina”, ma questo è un dettaglio. Spanciato com’è, e con la solita camicia bianca slim fit che ormai gli fa difetto da tutte le parti, ha parlato di Europa, Italia, export, fiducia, orgoglio nazionale e Cincirinnella. Poche ore prima Mario Draghi, un gufo qualunque con tendenze grlline, aveva di fatto commissariato l’Italia. Ma “il bomba” ha preferito glissare. Ha altre priorità: riformare la Costituzione, ad esempio. Non è forse questo il vero problema dell’Italia? La Costituzione!
La recessione tecnica non lo ha sorpreso. Anzi, ha detto che se l’aspettava. Solo 4 mesi fa aveva annunciato una crescita del Pil (“pessimistica”, parole sue) dello 0,8%. Ma non importa. Perché, occhio, “l’importante è essere credibili” (sempre parole sue).
Intanto su Twitter la sua fedelissima (che qualche mese fa lo insultava, ma è un dettaglio) Pina Dolce Forno Picierno cinguettava tronfia come una zitella dal parrucchiere. E del resto come non invidiarla, con gli 80 euro lei ha fatto la spesa per tutto agosto (Ferragosto compreso!).
Dulcis in fundo è arrivato Marcello Sorgi, ex direttore del Tg1 oggi editorialista della Stampa, che ha regalato un’autentica perla linguistica (nel senso molecolare del termine): “Renzi l’ho visto sereno. Del resto il Paese è sotto controllo”. Non ha aggiunto “sotto controllo delle banche”, ma il buon Sorgi lo avrà dimenticato. Come avrà dimenticato il 43% della disoccupazione giovanile, il -58% degli investimenti esteri in Italia e il rapporto Deficit Pil più alto d’Europa. Succede, è agosto. E gli italiani sono in vacanza. Belli allegri”.
Biagio Simonetta