Condividi

Cari Bloggers,

è passata una settimana dal mio post su MeetUp. Da allora sono stati creati molti gruppi, anche fuori dall’Italia. Ringrazio chi ha accolto la mia proposta, ma anche chi l’ha criticata per proporre alternative. Che ci sono, ovviamente.
Il motivo della mia scelta è legato al fatto che MeetUp è un sito costruito appositamente per incontri reali, tra persone, che possono anche vedersi in gruppi creati nella loro città e ovunque nel mondo ve ne sia uno dello stesso tipo.

Una specie di P2 sobria. Il giorno che ci scopriranno potrete sempre dire non essere iscritti.

MeetUp è internazionale, anche gli Italiani lo sono. Sono più all’estero che in Italia le persone di origine italiana. Toronto, New York, Melbourne, Buenos Aires, San Paolo, Montevideo sono città con centinaia di migliaia di italiani.
Il mio blog entro l’autunno avrà anche una versione in inglese ed una in spagnolo, in modo da renderne più semplice l’accesso anche dall’estero.

Mi si è chiesto cosa dovrebbero fare inizialmente questi gruppi.
Divertirsi, stare insieme e condividere idee e proposte per un mondo migliore, a partire dalla propria città.
E discutere e sviluppare, se si crede, i miei post.

Grazie ancora a chi ha creduto e crederà nell’iniziativa.

Ps: ho creato un’immagine nella barra laterale destra con informazioni su MeetUp e i gruppi esistenti e vorrei ribadire che non ci guadagno nulla.