Condividi

Intervista esclusiva a Petra Reski sul tema dell’informazione in Italia. Nello specifico abbiamo chiesto alla giornalista tedesca di spiegarci come la stampa italiana è percepita dai cugini tedeschi.

Blog: Secondo lei l’informazione in Italia è credibile?
Petra Reski: Sulla politica è molto pilotata, i grandi giornali, per lo meno, anche la televisione, sono pilotati dalle correnti politiche per avere qui una idea di cosa veramente succede devo leggere almeno tre o quattro giornali. Quando uno compra la Repubblica che cosa legge dentro? Sembra portavoce del PD. Non leggo mai un articolo a favore del Movimento 5 Stelle su LaRepubblica o in altri giornali, per ovvi motivi politici. Purtroppo in Italia si fa politica attraverso i media, questa è una cosa chiarissima.
Blog: Lei è stata ospite diverse volte in televisione di alcuni talk show, io la ricordo per esempio da Santoro. Ricorda un evento particolare o una discussione, un dialogo dove ha avuto chiaramente il sentore che le domande fossero faziose? Da un certo punto di vista, per screditare un Movimento politico, in questo caso 5 stelle, o comunque un movimento politico?
Petra Reski: Quella volta quando sono stata invitata da Santoro era un momento molto critico anche per il PD, perché il Movimento 5 stelle aveva ottenuto il 25% e loro hanno cercato di screditare la mia intervista fatta a Grillo per la rivista Focus. Hanno cercato di manipolare il contenuto nel facendo un resoconto di cose che non aveva detto, che non avevo scritto. Dunque era già una cosa molto delicata, di per se, per l’informazione, per la politica italiana, per quei partiti almeno di maggioranza. Santoro non era molto interessato a sapere esattamente che cosa era successo, era secco nei miei confronti. Quello che io volevo dire, in quella circostanza non era solo una critica verso il giornalismo italiano, (io non voglio dire che il giornalismo italiano in generale è così). Però ci sono soprattutto queste correnti politiche e quando si tratta di politica purtroppo il giornalismo è molto scarso in Italia. []