Condividi


L’Italia è al 44° (su 57) posto mondiale per la riduzione delle emissioni e al 55° per le politiche energetiche. Prima di noi persino l’Iran e la Bielorussia. La classifica annuale stilata dall’organizzazione GermanWatch conferma i successi internazionali dell’Italia per l’ambiente. Il rapporto: “Climate Change Performance Index” (scarica il documento) ci fa onore. Ancora due posti e saremo finalmente ultimi, ma anche primi nei rigassificatori, negli inceneritori, nelle centrali a carbone, nell’aumento del traffico privato e nella cementificazione del territorio. Dopo i panda, la prossima specie in estinzione siamo noi.