Condividi

L’euro è irreversibile e la Bce farà tutto quel che serve, nell’ambito del suo mandato, per preservarlo. Comunque la Bce non ha alcun potere legislativo per obbligare i Paesi membri a stare nell’euro o a lasciarlo“. Lo ha sottolineato il presidente della BCE, Mario Draghi, in un’audizione alla commissione affari economici del Parlamento europeo, rispondendo alla domanda di un eurodeputato del Movimento 5 Stelle, Marco Zanni. Durante l’incontro con Mario Draghi nella commissione per i problemi economici e monetari, il Movimento 5 Stelle ha sollecitato una risposta del governatore della BCE in merito all’uscita dall’euro. La domanda a Draghi da parte del M5S: “la BCE non ritiene giusto e democratico colmare il vuoto legislativo sull’uscita dall’euro che esiste nei trattati europei e lavorare per creare dei meccanismi che permettono ai Paesi membri di decidere in maniera democratica di uscire dalla moneta unica?” La replica di Draghi è stata lapidaria: ” L’Euro è irreversibile e la BCE farà tutto il possibile per rispettare il proprio mandato.”
Ma il M5S ha già pronta la risposta: referendum subito per portare i cittadini #fuoridalleuro.” I portavoce M5S in Europa