Condividi

“Un Parlamento illegittimo. Che tale deve rimanere, almeno per la presidente Laura Boldrini. Stamattina, infatti, il M5S alla Camera ha chiesto la convocazione di una conferenza dei capigruppo per decidere la calendarizzazione d’urgenza della legge elettorale alla luce della pronuncia della Consulta che ha già dichiarato incostituzionale il “Porcellum“. Niente da fare. I gruppi di Camera e Senato, tra l’altro, hanno bisogno di incontrarsi per discutere, per cui è stata chiesta la sospensione dei lavori. Niente da fare. Certo, se, come successe lo scorso luglio, fosse Brunetta a chiederlo, allora si blocca il Parlamento per giorni, come avvenuto per concedere al fu Pdl di riunirsi. Allora non è stato per la pronuncia della Corte costituzionale, ma perché la Cassazione aveva fissato l’udienza per il processo Mediaset. Per la Boldrini la sorte di Berlusconi vale più di una legge elettorale dichiarata incostituzionale. ” M5S Camera

Le richieste del MoVimento 5 Stelle sono state ignorate dalla Boldrini e dalla Camera. Il M5S ha abbandonato l’Aula illegittima. I partiti si prendono la responsabilità di non far partecipare ai lavori la forza politica votata da 9 milioni di italiani

UPDATE da Luigi Di Maio: “Li abbiamo convinti. Due ore di capogruppo. La commissione affari costituzionale della camera inizierà la discussione della legge elettorale alla Camera.