Condividi

Il corpo malato è l’Italia, infettata a ogni livello a partire dalle amministrazioni locali. Il virus sono i partiti che nel tempo hanno causato metastasi come le partecipate, aziende usate come stipendifici e serbatoi di voti con buchi milionari a carico dei cittadini. Il sistema immunitario sono i cittadini onesti che hanno prodotto gli anticorpi: gli amministratori a 5 Stelle. Laddove il MoVimento 5 Stelle governa ha rotto le secolari tradizioni di inciuci, accordi sottobanco, posti agli “amici degli amici”, affidamenti ai soliti noti e ha iniziato a perseguire gli interessi dei cittadini. Un cambiamento epocale: la #Cura5Stelle che debella i partiti e risana le città.
La lotta tra virus e anticorpi scombussola tutto il corpo e provoca reazioni spropositate. Sono rintracciabili nella cronaca giornalistica degli ultimi mesi e in particolare delle ultime settimane. I media sono cellule impazzite che invece di compiere il loro dovere di individuare il virus, fanno il contrario e cercano di distruggere gli anticorpi con la menzogna e la diffamazione ai danni del M5S, ma la verità sovrasta le loro bugie.
Bagheria perché ha osato sottrarsi al giogo del super-carrozzone “Coinres” e ha deciso di gestire da sé l’igiene ambientale della città con l’invio dell’ispettore regionale da parte di Crocetta che nel mentre dorme su tutti i mali della Sicilia.
Civitavecchia dove l’amministrazione a 5 stelle è alle prese con un buco da 4 milioni di euro di crediti non riscossi e bisogna lavorare sulle macerie lasciare dai partiti.
Livorno dove la decisione, benedetta dal sottosegretario all’economia Zanetti, di non far pagare ai cittadini il buco creato dalle amministrazioni Pd della partecipata AAMPS ha scatenato una campagna diffamatoria mediatica a livello nazionale.

VIDEO Il sottosegretario Zanetti: “Bisogna fare un monumento a Nogarin”

Il corpo reagisce anche in positivo, le amministrazioni 5 Stelle godono della fiducia dei cittadini e sanno che chi li governa è incorruttibile, a differenza dei comuni Pd dove l’indagato o l’arrestato sono un evento quasi quotidiano, l’ultimo in ordine di tempo è stato il presidente Pd del consiglio comunale di Casale Monferrato Davide Sandalo. Nessun Tg o giornale nazionale ha ripreso la notizia. In fondo è comprensibile: un arrestato del Pd non fa più notizia.
I cittadini onesti continuano a produrre anticorpi, le elezioni non sono nel 2018 come dice il Bomba, ma tra 6 mesi quando milioni di italiani voteranno per rinnovare 1.200 amministrazioni comunali, tra cui Roma, Milano, Bologna, Torino e Napoli. La #Cura5Stelle continua.