Condividi

“Il 17 ottobre il tg1 del direttore Mario Orfeo commenta la legge di stabilità. Dovrebbe riportare le posizioni di tutte le forze politiche e intervista la cittadina Azzurra Cancelleri, M5S Camera, ma il suo intervento viene censurato e non sarà mai trasmesso. Nell’edizione delle 13.30 non c’è traccia del MoVimento 5 Stelle, ma viene dato spazio alla prima riunione di “Officina per l’Italia, che riunisce le anime del centrodestra che non si riconoscono nel pdl“. Nell’edizione delle 20.00 al pdl (21,5% alle politiche) vengono dati 25 secondi, al pd (25,4%) 21 secondi, a Sel (3,2%) ben 17 secondi, a Scelta Civica (10%) vengono dati 13 secondi, alla Lega Nord (4%) 5 secondi. Al MoVimento 5 Stelle, nonostante rappresenti il 25,5% dei votanti ossia 9 milioni di persone, vengono concessi appena 5 secondi. Non è la prima e non sarà l’ultima volta, finché il direttore sarà Mario Orfeo, che il tg1 si dimentica dell’esistenza del M5S e di 9 milioni di italiani. Questo non è servizio pubblico, ma disinformazione di Stato.” Gruppo comunicazione M5S Camera