Condividi
La non responsabilità politica di Casini
(4:57)

Casini disse a Santoro, testimoni qualche milione di italiani, che si sarebbe “Assunto la responsabilità politica” della candidatura di Cuffaro “di fronte al Paese” in caso di condanna di Vasavasa. E aggiunse “Sarei nella condizione di chiedere scusa“. La Sicilia è un serbatoio importante di voti per l’UDC. Cuffaro presidente di Regione è stato una garanzia per le elezioni. Casini ha incassato il risultato elettorale. La storia è questa, nella sua semplicità. Ora, che Cuffaro è in carcere, Azzurro Caltagirone dovrebbe avere la dignità di dimettersi. Come è ovvio non ci pensa neppure.
Una cittadina lo ha affrontato per strada: “Tre anni fa le chiesi perché candidava Cuffaro e lei lo difese a spada tratta, oggi farebbe una dichiarazione di scuse ai suoi elettori e agli italiani?“. La risposta è degna di un allievo di Forlani (ricordate? quello con la bavetta in tribunale): “Credo che Cuffaro stia dando una lezione di dignità enorme, non ha neanche aspettato che il Senato stabilisse di mandarlo in galera (ricordo che stiamo parlando di un condannato a sette anni per favoreggiamento aggravato a Cosa Nostra). Si è presentato dimostrando di aver fiducia nella magistratura (?). Credo che abbia dimostrato che in una condanna di questo tipo c’è uno stile e un rispetto per le Istituzioni, di questo bisogna dargli atto.“.
Riassunto del casinipensiero: Cuffaro ha dignità perché non si è dato alla fuga, ha fiducia nei giudici che in lui non ne hanno proprio per nulla e lo hanno condannato in tutti e tre i gradi di giudizio, ha stile e rispetto per le Istituzioni che lui per primo ha infangato con il suo comportamento. Ma, soprattutto, Casini è incollato alla poltrona, non ritiene di avere alcuna responsabilità politica. Lui che c’entra, mica si chiama Salvatore. Lui si tiene i voti e l’altro la galera. Diamo a Pierferdinando il beneficio del dubbio, ma anche in questo caso non dovrebbe essergli affidata neppure la presunta nipote di Mubarak. Chi candiderà la prossima volta Pierferdinando che, in veste di presidente della Camera, nel 2004 fece avere il suo sostegno e la sua stima a Marcello Dell’Utri alla vigilia della condanna di primo grado per concorso esterno in associazione mafiosa emessa dal tribunale di Palermo? Si dice che Follini sia stato incaricato di fare scouting nei tribunali della Repubblica per promuovere facce nuove per la politica. Uno, massimo due gradi di giudizio, rispetto per le Istituzioni, dignità a strafottere e un collegio elettorale da portare in dote. Legislatura offresi, trattativa riservata. Quando ascolto Casini mi pongo sempre la stessa domanda? E’ nato prima il culo o prima la faccia?

P.S. Sono stati programmati incontri per la creazione di Liste Civiche 5 Stelle nelle seguenti città:
Alatri, Arezzo, Arquata Scrivia, Chioggia-Sottomarina, Chivasso, Codogno, Grezzana, Modugno, Nardò, Nerviano, Nettuno, Policoro, Rocca Priora, Salsomaggiore, San Giuliano Milanese, San Martino in Rio, Statte, Vigonovo
Proponi un incontro nella tua città.