Condividi


“Si scrive Imu prima casa, si legge ennesima fregatura del governo-inciucio a famiglie e aziende. Ricordate le promesse elettorali che hanno fruttato voti e consensi, che sbandieravano “Via l’IMU“? Eccole prontamente disattese. Non solo si sono ben guardati dall’abolire l’IMU prima casa, ma oggi la Commissione Finanze alla Camera ha bocciato tutte le proposte emendative del MoVimento 5 Stelle sul decreto legge 54, quello che sospende l’IMU per l’abitazione principale. Si trattava di modifiche pensate per gli artigiani e le PMI. E con tanto di copertura finanziaria consentivano almeno di rimandare per loro l’IMU di qualche mese. Gran cosa per le aziende in crisi, e per il settore turistico. E dire che si erano riempiti la bocca anche con la salvaguardia delle imprese, quelle PMI che tutti tirano per la giacchetta quando si tratta di votare e che tutti fingono di non conoscere un attimo dopo. Il governo-inciucio se ne frega di IMU e PMI, malgrado le pensose dichiarazioni televisive. E il M5S? Non si arrende: la sospensione IMU per le aziende sarà portata in aula. Devono avere il coraggio di votare apertamente contro.” M5S Camera

Ps: una vittoria l’abbiamo ottenuta: è passata la nostra proposta emendativa che cancella il doppio stipendio anche per i viceministri (e non solo per i ministri) che siano al tempo stesso membri di una delle due Camere. “Inciucisti” sì, ma con una busta paga