Condividi

Unita.png

ilgiornale.png

Comparazione posizionamento mondiale siti Unità e Giornale on line con beppegrillo.it

Sta succedendo una cosa strana ai media di una volta. Stanno scomparendo piano, piano. Nessuno li ha avvertiti che non servono più e loro non lo sanno.

Tutti i media, tranne la Rete, hanno ignorato la pagina di Repubblica. Lo avete notato il loro silenzio?
Hanno parlato di tutto, anche dei cani, ma non di noi.

Dove sono finiti i giornalisti? Che credibilità hanno?
Sì, perché la credibilità è tutto per chi informa e senza credibilità un giornalista può solo vendersi al miglior offerente.

Ma la Rete ha parlato di noi!
Se digitate su Google “Fazio vattene” troverete migliaia di riferimenti.

E sulla Rete i padroni dell’informazione, quelli del digitale terrestre, dei telegiornali trasformati in rotocalchi per deficienti, delle notizie manipolate, non hanno cittadinanza.

In Rete la fiducia è tutto, chi cerca un’opinione, un’informazione va dove pensa di trovarla veramente.

E la controinformazione, la conoscenza sono il punto di partenza per la creazione di una democrazia diretta, con la partecipazione dei cittadini, con l’eliminazione della delega in bianco a qualcuno.

Questo blog sta cercando di fare questo, pur con i suoi limiti, e sta superando molte testate nazionali on line.

Il grafico di questo post compara l’Unità e il Giornale on line con beppegrillo.it.

Sono curioso di capire, quando saremo tutti on line, che lavoro andranno a fare questi giornalisti.

Condividi
Articolo precedenteI trasformisti
Prossimo articoloIl maître à penser